bluebrowncustomgreenorangepinkredturquoiseyellow
  • Layout Style
  • Texture for Boxed, Framed, Rounded Layout Background

  • Font
    • Body:

    • Menu:

    • Title:

    * Fonts are used to example. You able to use 600+ google web fonts in the backend.

(+39) 0542 890000  info@ecaconsult.it
Realtà Aumentata
Gennaio 31 2018 0 comment

Realtà Aumentata

Sentiamo spesso parlare di Realtà Aumentata o all’inglese Augmented Reality (AR), ma di cosa si sta parlando effettivamente? Si tratta di una nuova forma di interazione uomo-macchina che sovrascrive le informazioni generate dal computer nell'ambiente reale.

La tecnologia AR consente a una persona di vedere o altrimenti percepire un mondo virtuale generato dal computer, integrato con il mondo reale. Il "mondo reale" è l'ambiente che un osservatore può vedere, sentire, ascoltare, gustare o odorare utilizzando i propri sensi. Il "mondo virtuale" è definito come un ambiente generato e memorizzato in un supporto di memorizzazione o calcolato utilizzando un processore. Un sistema di tracciamento all'interno della tecnologia AR registra il mondo virtuale nel mondo reale per integrare le informazioni virtuali e reali in un modo utilizzabile dalle persone.

La tecnologia AR essenzialmente "connette" un utente umano a un database o ad un ambiente virtuale o parzialmente virtuale usando qualsiasi combinazione di sensi visivi, uditivi o cinestetici dell'utente. La tecnologia AR consente all'utente umano di percepire e farsi guidare dalle informazioni del database, elaborate e integrate con il mondo reale. Inoltre, l’utente può partecipare ad attività del mondo virtuale, traducendo in quest’ultimo i movimenti o le attività svolte dall'utente all'interno di un'area o di un volume definito del mondo reale.

La tecnologia AR offre vantaggi significativi in ​​una società inondata di informazioni, poiché consente agli utenti di recuperare e applicare le informazioni virtuali a un problema o a un’attività reale. Ad esempio, a causa dello sviluppo rapido di molte nuove tecnologie, il tempo richiesto per addestrare una persona o per assemblare e gestire prodotti complessi è in aumento. Nuovi prodotti vengono introdotti rapidamente sul mercato, mentre molte vecchie generazioni di prodotti vengono utilizzate contemporaneamente dal grande pubblico. Un sistema AR può aumentare o migliorare la visualizzazione del mondo reale dell'apparecchiatura con testi, disegni e diagrammi didattici per consentire di lavorare rapidamente, con precisione e con competenza sull'attrezzatura.

 

Un sistema AR dovrebbe consentire a un utente umano di interagire facilmente con gli oggetti sia nel mondo reale che in quello virtuale. Pertanto, un sistema di AR visivo dovrebbe:

  • rilevare e tracciare rapidamente e accuratamente i dati di input;
  • elaborare rapidamente l'input dei dati
  • integrare rapidamente e senza intoppi gli oggetti del mondo virtuale con gli oggetti del mondo reale visualizzando/proiettando un'immagine dei medesimi del mondo virtuale sugli oggetti del mondo reale o combinando elettronicamente un'immagine degli oggetti del mondo virtuale con un'immagine catturata di gli oggetti del mondo reale.

 

Pertanto, un sistema AR dovrebbe avere un piccolo periodo di latenza e un rapido tasso di aggiornamento. "Latenza" è definito come il periodo di tempo che intercorre tra il momento in cui vengono acquisiti i dati di input e il momento in cui le informazioni aumentate vengono visualizzate o presentate in forma utilizzabile dall'utente. "Frequenza di aggiornamento" è definita come la frequenza di aggiornamento delle informazioni visualizzate/presentate che vengono elaborate da nuovi dati di input. Gli esseri umani percepiscono il loro ambiente con un tasso di aggiornamento essenzialmente continuo e un periodo di latenza pari a zero. Pertanto, un umano sarà in grado di interagire facilmente e naturalmente con un sistema AR che ha un tasso di aggiornamento e un periodo di latenza che si avvicina alle capacità naturali di un essere umano. Un tasso di aggiornamento di almeno 60 Hertz e un periodo di latenza di 16 millisecondi o meno è considerato "quasi in tempo reale".  

 

http://www.google.com/patents/US6625299

(0 votes)
Enzo
Enzo